#festamusicarivoli: Eugenio Finardi in concerto con il suo #fibrillante tour


Domenica 21 Giugno Eugenio Finardi in concerto alla Festa della Musica 2015 di Rivoli.

di Irene Fascio per Redazione Post Spritzum

Ore 20, è per tutti ora di cena ma in Piazza Martiri a Rivoli sono già molte le persone in attesa del grande artista italiano Eugenio Finardi e la sua band, manca poco più di un’ora al tramonto, inizia così il concerto sotto i caldi raggi del sole intonando le prime note. Due ore di musica e racconti che rendono Finardi un grande artista capace di parlare all’anima delle persone.

Inizia così, sotto quest’atmosfera romantica, il racconto del nuovo album Fibrillante di Finardi attraverso la quale si può conoscere la vita di questo grande artista che ha segnato la storia della musica italiana.

foto Michele Fascio

foto Michele Fascio

Partiamo subito con “DIESEL” e “NON  É NEL CUORE” una canzone romantica la sua prima canzone d’amore che ritroviamo nell’album con qualche anno d’esperienza in più.

Questa domenica è una giornata significativa sotto molti aspetti, infatti oltre ad essere la giornata più lunga dell’anno e il primo giorno d’estate, stagione molto amata dagli artisti, il 21 Giugno coincide anche con la giornata della visita del Papa a Torino,  vi starete chiedendo come possiamo collegarlo a questa magnifica serata con Finardi?

La nostra epoca è paragonabile al Medioevo nella quale pochi principi possedevano la ricchezza e anche oggi nel XXI secolo la ricchezza è concentrata nelle mani di poche persone. Tutto è merce, guadagno e tutto ormai viene fatto soltanto per denaro. Finardi pensa quindi che ci vorrebbe un “NUOVO UMANESIMO”, questo è il titolo della canzone, con la quale l’artista è stato definito un pericoloso estremista. E a questo punto possiamo ricollegarci a Papa Francesco, infatti queste stesse parole sono state pronunciate poco ore prima in Piazza Vittorio.

Torino è una città particolarmente significativa per Finardi, infatti l’album Fibrillante è stato realizzato in Strada del Drosso.

La performance procede con la canzone “CADERE SOGNARE”, nella vita infatti bisogna saper cadere ma avere la capacità di sapersi rialzare senza abbattersi e continuare a sognare sempre.

Nel corso della serata inoltre vengono ricordate alcune delle più atroci ingiustizie sociali, l’esempio della Sardegna e della zona industriale dove fu strappato il lavoro a tante persone; e l’esempio dei Neri del sud degli Stati Uniti dove ancora oggi è presente un crimine non condannato: la superbia dell’uomo bianco che uccide un nero solo per il fatto che è nero come se il colore della pelle possa definire la vera anima di una persona, Walking While Black, “CAMMINANDO ESSSENDO NERI”, dedica così questa canzone all’ultimo del Blues, B.B.King, scomparso recentemente.

Cala il sole e si accendono le luci del palco sotto una splendida luna, l’atmosfera si riscalda con la piazza ormai gremita dove sono presenti persone di ogni età che ballano con le note della musica Reggae.

foto di Michele Fascio

foto di Michele Fascio

Finardi, condivide con il pubblico il significato del titolo dell’album Fibrillante, infatti mentre scriveva nuove canzoni per l’album è stato colpito dalla fibrillazione atriale, per il quale ha dovuto sottoporsi ad un intervento, nulla di grave ma che gli ha provocato una grande stanchezza. Alla canzone Fibrillante ha partecipato anche Gigi Giancursi, chitarrista dei Perturbazione  e organizzatore dell’edizione 2015 della Festa Della Musica di Rivoli, scrivendo testi e eseguendo alcuni coretti,meglio definiti controcanti, all’interno della canzone.

La Festa della Musica 2015 a Rivoli non è stata solo una festa in musica ma ricorrendo nel 70° anno della liberazione italiana, ha voluto rammentare questo importante anniversario in diverse occasioni, con  Finardi si ricorda che nel 1975 nasceva la seconda radio libera italiana, Radio Milano International, la cui sigla “LA RADIO”, fu scritta da Eugenio e che successivamente divenne il “lato B” del vecchio 45 giri di “MUSICA RIBELLE“.

foto di Michele Fascio

foto di Michele Fascio

Giunto il momento dei ringraziamenti Finardi stringe tra le mani, il famoso “LIBRO ROSSO” diario del giudice anti-mafia Paolo Borsellino, ricordando alla folla che la mafia è un problema attuale e ancora irrisolto.

La performance termina tra gli applausi ringraziando tutta la band, i tecnici e gli organizzatori di questi meravigliosi 3 giorni di Festa Della Musica,con un ringraziamento speciale a Gigi Giancursi e Piera Melone che hanno reso possibile tutto ciò in tempi strettissimi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Post Spritzum e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...